Vai a vedere la Messa, oggi.

Oggi tra i tanti messaggi che ho ricevuto su whapp uno mi dava consigli su come si segue la Messa dal divano di casa. (Clicca qui: questo il testo che mi è giunto)

Dopo averlo letto ho scritto e… comprenderete anche la mia assenza!

Penso davvero che questo sia il tempo per ascoltare il Signore, e Lui solo.

È necessario spegnere ogni cellulare e tutti i buoni consigli che bombardano ciascuno di noi in questi giorni a volte mettendo in serio pericolo la stessa fede.
È necessario volgere le orecchie al Signore… ma si fa fatica con tutte queste urla che giungono da parte di tanti profeti di sventura alle nostre orecchie.

I consigli per la Messa? Entro in crisi dinanzi a questo e spero e mi auguro che non abbiano una fonte di rilievo.

Quando ero piccolo mia madre mi diceva: “Vai a vedere la messa, oggi è domenica”. E tornando mi chiedeva “hai seguito la Messa?

Crescendo ho imparato che la messa non si vedenon si segue ma, si partecipa alla Messa, anzi si celebra la Messa, si celebra l’Eucaristia.

Sono in crisi (si fa per dire) ma si segue o si celebra la Messa?

È vero che la Messa (l’Eucaristia) è il regalo più bello che Dio può farci e che i sensi sono importanti e un’immagine di Maria o un Crocifisso oppure una candela profumata (sperando di poter uscire per comprarla perché non tutti la tengono in casa) possono aiutare nel raccoglimento.
È vero tutto questo ma…

come posso partecipare ad un banchetto???? Ad una cena?
Come posso dire ad un affamato che non mangia: guarda me che mangio e tu mangia spiritualmente.

Anzi, utilizzo i mezzi, facebook e altro per raggiungere l’affamato… Lo chiamo e gli dico: “collegati” e… poi imbandisco una cena deliziosa, profumata e mentre mangio, assaggio e mi nutro, l’affamato mi guarda…

Perché l’affamato che sta dietro uno schermo, che non sente gli odori, che non si siede al banchetto, che non mangia deve vestirsi a festa? Sta facendo festa?

Sì, l’EUCARISTIA MI MANCA ma di certo non lo dico al Signore mentre guardo altri che mangiano, quel banchetto il Signore non lo ha preparato per me ma per coloro che siedono lì.

Ed ancora: io non avrei il coraggio di mangiare mentre i poveri mi guardano alla TV, SENZA POTERSI NUTRIRE.

Ed allora?

Provo a trovare un angolo a casa mia, provo ad aprire la Bibbia, provo ad inginocchiarmi, provo a fare tutto questo per dire al Signore quanto MI MANCA L’EUCARISTIA… e… FACCIO COMUNIONE SPIRITUALE!

Allora apriamo la Parola di Dio, leggiamo e rileggiamo, anzi ascoltiamo e riascoltiamo il Vangelo, ascoltiamo Lui, il Maestro e, facciamo tacere le mille voci che in modo violento ci raggiungono mettendo a tacere il Maestro.

Quante Messe spettacolo in questa settimana ho visto girare sui social, quante adorazioni e quante prediche da ogni parte e da parte di tutti.

Il Padre buono di certo non ha voluto tutto questo, non è stato lui a chiuderci dentro le case… ma, adesso che siamo in casa, perché non fare davvero silenzio e metterci all’ascolto del Maestro?

Perché dare tanti buoni consigli?

LASCIAMO CHE IL SIGNORE RAGGIUNGA TUTTI!

Io, personalmente, per tutto questo periodo ho deciso di tacere e di mettermi all’ascolto del Signore, solo di Lui.

Un grandissimo abbraccio!!!! e chiedo a te di pregare perché possiamo davvero ascoltare l’unica voce, quella del Maestro.

Ciao e a presto.

Potrebbero interessarti anche...

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com