Non di solo pane vive l’uomo. I quaresima – Anno A (01 marzo 2020)

Con il rito dell’imposizione delle ceneri abbiamo iniziato mercoledì scorso il tempo liturgico della quaresima. E mentre il nostro capo veniva cosparso di cenere le nostre orecchie hanno ascoltato: Convertiti e credi al vangelo, cioè, porta il vangelo al tuo cuore, porta il tuo cuore al Vangelo. Ama il vangelo.

Ed oggi, in questa prima domenica di quaresima dell’anno A lasciamoci condurre anche noi nel deserto dallo Spirito ed apriamo le nostre orecchie per ascoltare ogni parola che esce dalla bocca di Dio. Parola di risurrezione, parola di vittoria, parola che vince il diavolo, colui che seduce e divide il cuore stesso di ogni uomo.

Ascolteremo innanzitutto: Non di solo pane vive l’uomo ma di ogni Parola che esce dalla bocca di Dio.

Desideriamo, forse, sotto suggerimento del diavolo, che in questo periodo di quaresima un miracolo cambiasse la nostra vita, ci trasformasse, rendendoci capaci di amare sempre e di rinunciare al male tanto da chiedere anche noi a Gesù: trasforma le nostre pietre in pane, trasforma il nostro peccato in santità. Ma Gesù anche a noi, come al diavolo dice: non di solo pane vivrà l’uomo ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio. Sì, siamo chiamati in questo tempo di quaresima a nutrirci con abbondanza della Parola di Dio, siamo chiamati a portare al nostro cuore il Vangelo e il nostro cuore al vangelo. Oserei dire che il nostro primo impegno non è il pensare al cambiamento ma alla strada da percorre, alla via da seguire. La strada da percorrere, la via da seguire è una: il Vangelo, Gesù, che di se stesso dice: Io sono Via.

E quindi ascolteremo: Non metterai alla prova il Signore tuo Dio. Portare il Vangelo al cuore e il cuore al Vangelo: il Padre non gradisce sacrifici, il Padre non desidera vie crucis, il Padre non desidera processioni ma cuore contrito, amore autentico verso il prossimo, generosità che è un dare non il superfluo ma ciò che è di più caro. Vendi tutto quello che possiedi, dallo ai poveri e, poi, seguimi. Sì, siamo tentati a mettere alla prova Dio offrendo a lui un ritaglio del nostro tempo, una buona azione, ascoltando il diavolo dire: Dio manderà i suoi angeli a salvarci.

Alla fine ascolteremo: Vattene, satana. Il Signore tuo Dio adorerai, a Lui solo renderai culto. Vattene, satana è il nostro grido in questo tempo di quaresima. Vattene satana, solo il Signore desideriamo adorare ed ascoltare. Vattene, satana, solo al Signore desideriamo dare obbedienza.

Potrebbero interessarti anche...

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com