Venite dietro a me vi farò pescatori di uomini. III T.O. – Anno A (26 gennaio 2020)

Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino.

Così Gesu, dopo che Giovanni Battista fu consegnato e rese testimonianza all’Agnello di Dio, lascia Nazareth, la sua città, e va nella Galilea delle genti e, la Parola, di cui Giovanni era voce, adesso dice come nel giorno primo della creazione: convertitevi perché il regno dei cieli è vicino.

La profezia di Isaia si compie, davvero
il popolo che camminava nelle tenebre
ha visto una grande luce,
gli abitanti della Terra di Zàbulon e di Nèftali
vedono la luce splendere su di essi.

La buona notizia è per tutti.

Il Figlio di Dio fatto uomo, il Logos della prima creazione, desidera raggiungere ogni cuore, ogni gioia, ogni situazione, ogni fragilità, desidera raggiungere l’uomo nella sua quotidianità.

Cammina Gesù lungo il mare di Galilea, cammina Gesù accanto ad ogni uomo e vede i cuori dell’uomo e in ogni cuore Gesù scopre il bello e vede il buono e il bello della creazione.

Mentre cammina vede e chiama.

Chiama Simone e Andrea, chiama Giacomo e Giovanni, chiama Innanzitutto ogni uomo a camminare accanto all’altro, chiama ogni uomo ad accorgersi del fratello che gli sta accanto.

La chiamata è innanzitutto dire all’uomo, esortare ciascuno a vedere il fratello che cammina accanto a lui. Solo nella comunità, solo nel camminare insieme, Simone e Andrea, Giacomo e Giovanni ed oggi ogni comunità Cristiana può ascoltare quella chiamata unica perché rivolta al cuore di ciascuno: Venite dietro a me vi farò pescatori di uomini.

Gesù Chiama l’uomo anzi la comunità Cristiana ad essere sua collaboratrice.  È necessario tirare fuori dal mare e dalle acque del mare l’uomo, l’umanità. Suonano alle nostre orecchie come un monito le parole che l’apostolo Paolo rivolge alla comunità di Corinto esortandoli per il nome del Signore Gesù Cristo a essere tutti unanimi nel parlare perché non vi siano divisioni.

Il popolo che oggi Cammina nelle tenebre può vedere una grande luce se Andrea e Pietro Giacomo e Giovanni, se ogni comunità Cristiana cammina insieme, dietro a quel Gesù che cammina sulle rive del mare.

Convertitevi perché il regno dei cieli è vicino indica il cammino che la comunità Cristiana ed ogni membro della comunità Cristiana deve compiere: farsi luce nella luce farsi Cristo in Cristo e splendere come luce nelle tenebre che avvolgono il cuore dell’uomo.

Convertitevi perché il regno dei cieli è vicino indica il cammino, il viaggio che ogni uomo è chiamato a compiere per andare incontro all’altro uomo ed insieme lasciarsi da raggiungere dal regno dei cieli che è vicino.

Gesù percorreva tutta la Galilea insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il Vangelo del regno di Dio e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. La chiesa tutta, ogni comunità Cristiana e ad ogni membro della comunità Cristiana che ascolta l’invito di Gesù Venite dietro a me vi farò pescatori di uomini, oggi è chiamata a percorrere tutta la Galilea del nostro tempo testimoniando che il regno dei cieli è vicino e facendosi samaritana ad ogni sorta di malattie e infermità dell’uomo.

 

Potrebbero interessarti anche...

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com